PATTUGLIA BLU CIRCE

L’RSC in visita alla Pattuglia Blu Circe


Sono passati solo pochi giorni da quando abbiamo ammirato da vicino il “gigante” A380 solcare per la prima volta i cieli di Fiumicino, che già un’altra esperienza ravvicinata con il mondo dell’aviazione ha monopolizzato i nostri ricordi da appassionati di volo. Questa volta però è stata la nostra Associazione, e l’intraprendenza e la tenacia di uno dei componenti del Team RSC, che ha reso possibile, sabato 18 giugno, la visita all’aviosuperficie di Artena, base della Pattuglia Blu Circe, recente e nota formazione civile di volo acrobatico su ultraleggeri.

La passione per il volo, ma anche grande competenza: questo è certamente ciò che muove i componenti della Pattuglia Blu Circe, che dal 2006 diverte tanti appassionati di aerei in molte manifestazioni ed eventi aereonautici del nostro paese.

Il cuore e motore della formazione è senza dubbio il Leader: Francesco “Ciccio” Martone, colonnello pilota e istruttore di volo militare in congedo, con 13.000 ore accumulate su svariati aerei militari. E’ lui che ci ha accolto al nostro arrivo all’aviosuperficie, anche in qualità di direttore della scuola di volo Volarte66. Uomo dal fare concreto e schietto, come si addice a chi è abituato ad esprimersi non con le parole ma con spennellate bianche nel cielo blu. Con lui a darci il benvenuto altri due componenti della pattuglia: Bruno Servadei, generale pilota in congedo, con 3500 ore di volo e autore del libro “Vivere da Cacciabombardiere”, che ricopre nella formazione il ruolo di “fanalino”, e Tommaso Raponi, gregario di destra, al suo attivo 1500 ore di volo e … 20.000 ore su autoarticolato. Insieme a loro ad aspettarci vari soci dell’Areoclub che ci hanno accompagnato alla scoperta del volo ultraleggero. Tra questi non possiamo non ringraziare Salvatore, grande appassionato di aerei e con esperienza anche di volo militare, che ci ha intrattenuto fino al tramonto rispondendo alle nostre domande e soddisfacendo le nostre infinite curiosità sul volo ultraleggero. Assente, ma giustificato, il quarto componente effettivo della Pattuglia, Gianfranco Siotto, anche lui ex pilota militare e comandate Alitalia.

La visita inizia con un briefing da parte di Ciccio Martone, che ci racconta, senza fronzoli e inutili formalismi, dei voli pioneristici in Italia, di come vola un aereo, dell’importanza della meteorologia, della burocrazia aereonautica, ma soprattutto, ci inizia all’affascinante mondo del volo ultraleggero, con le sue strane regole, limitazioni ma grandi libertà.

Dopo il briefing, la pattuglia ci regala momenti di puro godimento per appassionati di aerei e di volo quali noi siamo: un’esibizione “in esclusiva” sui loro ultraleggeri avanzati FL 100 RG. Mezz’ora di spettacolari formazioni, incroci e figure acrobatiche, che nulla hanno da invidiare alle pattuglie militari più blasonate. L’affiatamento tra i componenti è massimo, nessuna sbavatura e imperfezione: insomma avere la pattuglia tutta per noi a pochi metri dai nostri obiettivi è stata una esperienza di quelle che certamente lasciano il segno.

Ma non finisce qui. Terminata l’esibizione acrobatica, la Pattuglia lascia il posto al traffico ordinario dell’avio superficie: prima atterra un elicottero ultraleggero Robinson R22, poi decolla un elegante Tecnam P2002 Sierra (il cui proprietario, in attesa sulla pista di raggiungere la temperatura adeguata per il decollo, ci incita ad immortalare il suo cockpit) e un più spartano Storm Century 04, riconoscibile per uno Snoopy disegnato sulla coda. A pomeriggio quasi concluso si presenta in corto finale un Century 300, proveniente da Ozzano, il cui proprietario, costruttore di ultraleggeri, accompagnato dalla sua cagnetta Cloche (al suo attivo più di mille ore di volo), tornava dalla manifestazione Cielo e Volo.

Un grazie a Ciccio, Bruno e Tommaso e tutti gli altri appassionati soci dell’aereoclub con i quali abbiamo chiacchierato e trascorso un pomeriggio da veri appassionati di aviazione, tra gli aerei, non solo da fotografare da lontano, ma anche da toccare con mano. Stavolta, finalmente, non dietro una recinzione, ma in mezzo alla pista di atterraggio! Ci rivedremo presto.

 




dsaba67

 
la nostra community, il forum la gallery con le nostre migliori foto il blog di un pilota Airbus le guide per sapere tutto sullo spotting a Fiumicino e non solo


  LINKS