PALERMO 2011

E' difficile esprimere in qualche riga di testo le emozioni fortissime che ognuno di noi ha provato ieri. Mi sono sforzato a cercare qualche similitudine che potesse descriverle, come il rugbista che va in meta o il bambino al parco giochi. RSC è sicuramente andata in meta, ieri. E noi tutti sembravamo dei bambini al parco giochi. Ma nessun paragone è in grado di descrivere pienamente la gioia e lo stupore che, ieri, hanno scolpito per sempre dei ricordi indelebili nelle nostre menti.

Sabato 15 Ottobre 2011, 0728Z. EI-DTO stacca le ruote dall'asfalto della pista 25, con un moderato vento al traverso e cielo azzurro brillante. Tredici posti finestrino sono occupati da loschi figuri con una reflex in mano e un grosso e pesante zaino sotto il sedile di fronte. Sono tredici Roma Spotters: Claudio, Antonio, Marco, Roberto, Gabriele, Riccardo, David, Fabio, Valentino, Gianluca, Bruno, Gabriele e suo papà Matteo, in rigoroso ordine casuale. 

La trasferta di Palermo è stata organizzata con molto entusiasmo e promette molto bene: saremo autorizzati ad entrare in Air-Side (ossia quella zona di un aeroporto complementare al Land-Side e che include i piazzali, le vie di rullaggio e le piste) e in Torre di Controllo. Per appassionati di fotografia aeronautica, spesso costretti a svolgere il proprio hobby nascosti e relegati dietro una recinzione, queste premesse sono il massimo. Nonostante la sveglia all'alba e le previsioni meteorologiche pessime, su EI-DTO si respira euforia. Il clima sembra quello di un gruppo in partenza per le vacanze: tante risate e tanta voglia di arrivare. Ma, d'altra parte, non c'è da sorprendersi: RSC è, prima di tutto, un gruppo di amici. Tempo di masticare un pacchetto di biscotti (o salatini?), l'aeroplano penetra velocemente lo strato di nubi e viene vettorato per un avvicinamento VOR Zulu pista 07. Stretta virata a sinistra per il finale, con l'arcobaleno tra le nubi e Punta Raisi sullo sfondo, Flap Full e Gear Down. 
Cinque minuti più tardi l'aereo è ai blocchi e noi siamo in aerostazione. Che la visita abbia inizio!

Dopo il controllo di routine, ci dirigiamo al pulmino che ci scarrozzerà in giro per l'Air-Side. La visita viene accuratamente pianificata sulla planimetria dell'aeroporto. In breve tempo, Roma Spotters Club è in Air-Side! Siamo in contatto con Raisi Ground e Tower, richiediamo l'autorizzazione ad entrare sulla pista (non attiva) 02-20. Permesso accordato. Le prime fotografie della giornata le faremo dall'asfalto della pista 02-20, a pochi metri dall'intersezione con la pista attiva 07-25. 
Il sole fa capolino tra le nubi, lo scenario è incredibile: dietro di noi la testata 02, con Terrasini sullo sfondo. Di fronte a noi la testata 20, con il mare mosso che si perde fino all'orizzonte. Sulla nostra sinistra, il localizzatore dell'ILS 25 ed una meravigliosa torre saracena che spicca tra l'erba e sembra messa lì appositamente per rendere unico il paesaggio. Piove, poi esce il sole proprio mentre un Airbus 321 Alitalia è in corto finale per la 07. Siamo tutti pronti, schierati e con le "armi" in mano. 

Il giro continua: ci spostiamo sulla perimetrale, a circa metà 07-25, proprio a pochi passi dal punto in cui lo stesso 321 di prima e un 319 WindJet ruotano e si alzano in aria, mentre un ATR72 Tunisair e un 319 Easyjet atterrano regalandoci fotografie con sfondo mare irripetibili. 

E' ora di pranzo. Ringraziamo il signor Antonio che ci ha accompagnato durante la visita dell'Air-Side, nonostante fosse fuori turno e con un piede malconcio. Grazie!

Bisogna dire che i cannoli della pasticceria di Cinisi sono una vera delizia! Riempita la pancia, siamo pronti alla seconda parte della visita: la torre di controllo. Ad attenderci, Antonino, gentilissimo funzionario ENAV. L'emozione è tanta, a nessuno di noi era mai capitata la possibilità di salire su una torre di controllo. Prima di salire, ci viene mostrata la sala radar e il rilevamento meteorologico, al pian terreno. La cosa più bella è la disponibilità di tutti coloro che abbiamo incontrato e che incontreremo durante tutta la giornata. Rosalba, in sala radar, fa un'esaustiva spiegazione del funzionamento del sistema ATC, arricchito da aneddoti e tanta simpatia, mentre Executor e Planner gestiscono il traffico in arrivo e partenza da Palermo proprio davanti ai nostri occhi. 

La porta dell'ascensore si chiude, stiamo salendo. A dir la verità, andavano bene anche le scale, tanta era la felicità! Un paio di decine di metri più in alto: l'entrata del parco giochi. Una stanza circolare con vista sull'aeroporto, finestre apribili. Dieci secondi più tardi, siamo tutti affacciati come arcieri dalle feritoie di un castello medievale. Al piano superiore, il luogo più affascinante in assoluto: con vista mozzafiato a 360 gradi, montagnalonga a sud-est, aeroporto in basso, mare a nord. Alcuni monitor, strip colorate, e tre simpaticissimi controllori. "Ghibli 247, Wind 050 at 17, Runway 07, Cleared to Land". Assistiamo a questo spettacolo come alla prima di un film d'azione al cinema con i migliori attori Hollywoodiani. Nessuno vuole più scendere. 

A malincuore, un paio d'ore più tardi, EI-IXO tocca la 16L di Fiumicino con una splendida luna rossa sull'orizzonte. I nostri prodi, stanchi ma felici, tornano a casa con due pensieri nella testa: scaricare le foto sul computer e raccontare a chiunque della meravigliosa esperienza appena conclusa. 

Grazie a tutti coloro che hanno reso questa giornata possibile (Direttore e dirigenti GESAP, dirigenti ENAC, dirigenti, controllori e impiegati ENAV, Forze dell'Ordine). Semplicemente GRAZIE!

biosdi
 
Puoi seguire la nostra trasferta anche sul forum
la nostra community, il forum la gallery con le nostre migliori foto il blog di un pilota Airbus le guide per sapere tutto sullo spotting a Fiumicino e non solo


  LINKS